Sono appena tornata  abbronzata da un piacevolissimo e stranamente soleggiato weekend nella capitale danese. E se dovessi descrivere Copenhagen con una sola parola sceglierei senza dubbio “inaspettata”. Già il fatto di essermi quasi scottata in un posto famoso per gli interminabili giorni di pioggia la dice lunga. Mi immaginavo infatti una delle classiche città del Nord Europa: molto ordinata, impostata e anche un po’ grigia. Ma non avrei potuto sbagliarmi di più, in positivo però. Copenhagen è infatti sì organizzata alla perfezione e attenta al verde ma è anche accogliente, colorata, e – questa è la cosa che mi ha più stupita e affascinata – estremamente alla mano e rilassata. Si respira ovunque lo spirito libero e azzarderei anche un po’ bohémien dei danesi che, complice il raro bel tempo, abbiamo trovato riversi in strada e sui canali a fare aperitivo come se non ci fosse un domani. Tutta la città è piena zeppa di locali e ristorantini in cui fermarsi per bere qualcosa o assaggiare qualche specialità danese a base di pesce (da leccarsi i baffi) e carne. A farvi compagnia troverete una folla di danesi dalle chiome bionde sempre pronti a fare due chiacchiere anche se non vi conoscono fino a tardi visto che il sole qui, nei mesi estivi, tramonta molto tardi e sorge prestissimo (il  “sole di mezzanotte”). Questa è una delle cose che mi ha meravigliato di più: mai mi sarei aspettata infatti un clima così allegro e “easy” ma questo secondo me è proprio il bello di viaggiare. Tutte le convinzioni che si hanno prima di partire vengono immancabilmente messe in discussione.

Ma passiamo ai lati pratici. Copenhagen è perfetta per un weekend fuori porta perché è a circa 2 ore di volo dall’Italia (io sono partita da Bergamo Orio al Serio con la Ryanair, ma ci sono collegamenti in quasi tutti gli aeroporti italiani) e l’aeroporto, a sua volta, è vicinissimo al centro a cui si arriva sia in metro che in pullman. La cosa migliore è che, essendo relativamente piccola, con circa 36 ore a disposizione si riescono a visitare tutte le attrattive principali.

Come muoversi

Avendo poco tempo a disposizione e, soprattutto, non avendo idea di trovare delle giornate così belle e calde, per ottimizzare ho optato per i classici pullman turistici “Hop on – Hop off” che ti permettono di salire e scendere a piacimento nei principali punti della città. Se potessi tornare indietro però noleggerei sicuramente una bicicletta: secondo me è il mezzo migliore per visitare la città che, non per niente, dagli abitanti è chiamata anche Bycyklen proprio ad indicare la loro passione per i pedali. Le bici sono molto più numerose delle macchine e tutti la usano per spostarsi sia per andare al lavoro che per andare, tutti elegantemente abbigliati, ad una festa. Troverete infatti pochissimi parcheggi per le auto in centro, peraltro molto cari. Ci sono numerosi negozi che noleggiano le biciclette e anche gli hotel di solito ne hanno a disposizione. Esiste però anche un’app per telefono “Donkey Rep” che permette di affittarle con un clic. E’ molto semplice: scaricate l’app e registratevi, vi si aprirà una mappa con tanti pallini arancioni che indicano la posizione delle bici disponibili in base a dove vi trovate in quel momento. Potete scegliere di tenerla per un giorno al costo di 100 DKK (circa 14€), per più giorni o solo per qualche ora. Una volta finito, vi basterà consultare di nuovo la mappa per trovare il luogo di riconsegna più vicino a voi. Le bici sono riconoscibili subito perché tutte di colore arancione e con dei cartellini con numeri o nomi identificativi. Considerando che le piste ciclabili coprono circa 454 km, non vi annoierete di sicuro.

Per quanto riguarda il pullman hop on – hop off mi sento di consigliarlo a chi ha più tempo a disposizione, perché comunque se si vuole scendere a più fermate poi bisogna mettere in conto l’attesa per il successivo. Consiglio invece il Boat Tour, ovvero il giro in barca lungo i canali di Copenhagen molto caratteristico e suggestivo perché si passa sotto a dei ponti davvero bassissimi che si sfiorano con la testa. Le barche sono poi secondo me il secondo mezzo più usato dagli abitanti: lungo i canali ci sono ormeggiate tantissime barche, alcune delle quali sono dei veri e propri appartamenti. Ma la cosa più bella è incontrare barche e zattere delle più assurde piene di persone che vi saluteranno a suon di alzata di boccale di birra.

Se volete spostarvi in metro qui trovate invece la cartina scaricabile.

Dove alloggiare e mangiare

Copenhagen, e la Danimarca in generale, sono purtroppo parecchio care. Dovete mettere in conto che sicuramente spenderete parecchio sia per l’alloggio che per il cibo. Vi consiglio ovviamente di scegliere un hotel o un appartamento vicino al centro città e per quanto riguarda i ristoranti, secondo me, sono tutti più o meno simili in quanto a costo. Vi consiglio di provare tre cose: i waffles con il gelato e il salmone che sono buonissimi e tipici e il sushi di Sticks n Sushi,  che sì non c’entra niente con la Danimarca, ma è il più buono che ho mai mangiato.  Io ho provato quello sulla terrazza panoramica del Tivoli Hotel, che merita anche per la vista, ma ce ne sono vari sparsi per tutta la città di cui vi lascio il link qui.

Molto carino è anche il Christianshavns Bådudlejning & Cafe , un ristorante su una barca proprio nel canale di Christianshavns dove preparano piatti tipici e molto easy.  Per gli amanti della birra consiglio una capatina alla fabbrica della Carlsberg: il biglietto d’ingresso costa circa 14€, mentre se volete anche pranzare c’è il pacchetto da 30€ circa. Altrimenti potete scegliere la degustazione delle birre a circa 10€. Sul sito ufficiale trovate tutte le indicazioni su come arrivare e anche sui prezzi. Il quartiere stesso è molto carino: è l’area alla moda della città, piena di caffè e negozi. Anche Nyhavn, il lungo fiume più famoso di Copenhagen le cui case colorate compaiono su tutte le cartoline, è pieno di bar e ristoranti ottimi in cui fermarsi.

Per un’esperienza diversa, ho visto anche delle biciclette enormi– in realtà più dei carretti –che fungono da bar mobile. Hanno un tavolo al centro dotato di spillature della birra e le panchine con i pedali tutto attorno, così potrete bere birra e smaltirla contemporaneamente intanto che pedalate in giro per la città. Potete prenotarlo sul sito ufficiale. Il costo per un’ora è di 2500 DKK, circa 335€ ma considerate che i posti sono davvero tanti quindi è perfetto se si è un gruppo di persone. Un’idea originale per un addio al celibato o al nubilato magari o per un compleanno alternativo.Beer Bike Copenhagen

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (3 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...