Quando si sta organizzando un viaggio a Parigi, ci si accorge ben presto che le strutture a disposizione sono veramente tantissime. Tra hotel, b&b, appartamenti e ostelli la scelta è davvero ampia e può essere complicato decidere in quale soggiornare.

Ovviamente molto dipende dalla tipologia di alloggio che state cercando ma anche, e soprattutto, dalla zona in cui volete stare. Dovete pensare, infatti, che Parigi è grande e, per quanto i mezzi di trasporto siano comodi ed efficienti, è bene valutare l’aspetto della vicinanza quando si prenota un hotel. Mi è già capitato di sentire pareri molto negativi di persone che sono state a Parigi legati proprio alla lontananza dalle zone centrali e più turistiche degli alberghi che avevano prenotato. E questo perché magari, visti i prezzi allettanti che si trovano in rete, ci si ferma alle prime offerte che si trovano senza leggere dove si trova la struttura.

dove dormire a parigi hotel gavarni

Le cose da verificare sono principalmente due: la vicinanza alle zone di interesse in base all’itinerario che volete seguire (qui trovate il mio itinerario di 4 giorni) e quella alla metro. Se trovate un hotel vicino ad una fermata della metro, avrete la comodità sia nello spostarvi durante la vostra permanenza senza fare chilometri a piedi sia nel raggiungere gli aeroporti e le stazioni dei treni e dei pullman.

Photo taken with Focos

Durante la mia prima esperienza parigina, avevo scelto per motivi logistici un hotel prima e un appartamento poi nel XII arrondissement, a pochi passi da Place d’Italie e dall’omonima fermata della metro. Per quanto sia un quartiere molto interessante e poco o nulla frequentato dai turisti, ve ne ho parlato qui, non è una delle soluzioni migliori se avete a disposizione solo qualche giorno e volete visitare le zone più turistiche. Per raggiungere la Tour Eiffel, ad esempio, impiegherete infatti più di mezz’ora in metro. Se parliamo di Montmartre poi i tempi si allungano ulteriormente.

I quartieri, secondo me, da preferire per un viaggio di qualche giorno a Parigi sono i seguenti:

  • XVI e VII arrondissement: Tour Eiffel, Trocadéro, Champ de Mars, Museo D’Orsay;
  • I arrondissement: Louvre, Giardini delle Tuileries, Rue de Rivoli;
  • VIII arrondissement: Arco di Trionfo, Place de la Concorde, Champs – Elysées;
  • IV arrondissement: cattedrale di Notre-Dame, le Marais;
  • XVIII arrondissement: Montmartre, basilica del Sacro Cuore. E’ un quartiere ben collegato ma comunque abbastanza distante dagli altri luoghi di interesse. Io, personalmente, anche se molto particolare e caratteristico non lo scegliere per soggiornare.

Dove dormire a Parigi: la mia esperienza all’Hotel Gavarni

Durante il mio ultimo viaggio a Parigi ho scelto proprio un hotel vicinissimo alla Tour Eiffel, nel cuore del XVI arrondissement: l’Hotel Gavarni. Si trova a pochi passi dalla fermata della metro Passy che vi permetterà di raggiungere in poco tempo tutte le zone principali della città. Inoltre, si trova a meno di 5 minuti a piedi dal famoso ponte di Bir-Hakeim da cui si ha una splendida vista sulla Tour Eiffel e sulla Senna.  Si tratta di un quartiere molto tranquillo ed elegante, in cui potete trovare con facilità qualsiasi tipo di ristorante e bar. Nella via perpendicolare all’Hotel Gavarni, ci sono infatti una serie di negozi ma anche di bistrot e bar (anche take-away).  Io l’ho prenotato direttamente su Booking.com di cui vi lascio qui sotto il collegamento diretto.



Booking.com

Le camere sono in stile tipicamente francese e, anche se di dimensioni contenute, sono molto comode e funzionali. Si distribuiscono su 5 piani, collegati dall’ascensore e hanno tutte un nome diverso, cosa che ho trovato molto originale e più personale rispetto ai soliti numeri anonimi. L’aspetto più bello è stato che dalla mia camera (la Trianon) si vedeva dal balcone la Tour Eiffel (l’aveva scelta apposta Francesco per farmi una sorpresa) e devo dire che la camera con vista non ha davvero prezzo.

Se volete organizzare un weekend romantico per la/il vostra/o amata/o, dopo aver effettuato la prenotazione, è possibile contattare l’hotel e far preparare una piccola sorpresa che troverete ad attendervi all’arrivo: potete scegliere tra i romanticissimi petali di rose sparsi sul letto, un cesto di frutta fresca da condividere e dello champagne. Di sera, con la torre illuminata, è davvero la quintessenza del romanticismo.

Un altro servizio disponibile è quello della colazione che ho trovato davvero squisita. Dovete sapere che l’Hotel Gavarni è il primo hotel indipendente di Parigi ad aver ricevuto il riconoscimento europeo per quanto riguarda l’uso di prodotti ecologici e in pieno rispetto dell’ambiente. Tutte le mattine troverete ad attendervi un buffet molto fornito di pane fresco, marmellate bio, croissant caldi, frutta fresca e yogurt. In più, le bevande sono preparate al momento dal personale.

Nel complesso, devo dire che ho trovato il rapporto qualità/prezzo davvero ottimo e il valore aggiunto è sicuramente il servizio impeccabile: il personale è molto gentile e pronto a soddisfare qualsiasi necessità sempre con il sorriso sulle labbra, cosa che non trovo affatto scontata.

Hotel Gavarni Parigi

N.B. Come sempre, ci tengo a precisare che i giudizi espressi sono frutto della mia personale esperienza e non sono legati ad alcun tipo di sponsorizzazione da parte dei soggetti citati.

 

 

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...