fbpx

Checked-In Travel Blog

Checked-In Travel Blog

Racconti e pensieri di una girovaga sognatrice alla scoperta del mondo e di se stessa

Categoria: Italia Bella

Attraverso l’Italia in treno: 7 itinerari mozzafiato per scoprire il bel Paese su rotaia

I treni panoramici in Italia sono parecchi e percorrono itinerari davvero mozzafiato, collegando tra di loro regioni e anche stati diversi. Il viaggio in treno è sicuramente un’idea originale per riscoprire il turismo lento e a contatto con la natura e l’ambiente. Dal finestrino dei treni panoramici si riesce a gustare il panorama con calma, assaporandone ogni minima variazione. Una visuale diversa sul nostro bel Paese, magari seduti a bordo di una carrozza d’epoca che sembra essere appena uscita da un film in bianco e nero.

Le vacanze di Pasqua si avvicinano e quest’anno sono davvero ricche con tutti i ponti che ci sono. Ecco perché bisogna approfittarne e regalarsi qualche giorno di vacanza e di relax. Se non avete ancora pianificato nulla per questi ponti di primavera, perché non organizzate un viaggio in treno attraverso una delle tante bellissime regioni italiane?

Gli itinerari in treno più belli d'Italia

I treni panoramici in Italia sono parecchi e percorrono itinerari davvero mozzafiato, collegando tra di loro regioni e anche stati diversi. Il viaggio in treno è sicuramente un’idea originale per riscoprire il turismo lento e a contatto con la natura e l’ambiente. Dal finestrino dei treni panoramici si riesce a gustare il panorama con calma, assaporandone ogni minima variazione. Una visuale diversa sul nostro bel Paese, magari seduti a bordo di una carrozza d’epoca che sembra essere appena uscita da un film in bianco e nero.

E la cosa migliore è che, solitamente, i biglietti turistici per le tratte in treno panoramiche permettono di scendere ad una o più fermate e di risalire poi a bordo quando si ha finito di visitare il paese vicino e si ha voglia di riprendere il viaggio.

Vi lascio quindi con 7 itinerari in treno tra i più belli d’Italia che vi faranno subito voglia di preparare i bagagli e partire alla scoperta di un’Italia alternativa.

1. Il treno dei Sapori – linea ferroviaria Brescia – Edolo

Il Treno dei Sapori della Franciacorta

fonte: trenodeisapori.area3v.com

Per cominciare il viaggio tra gli itinerari in treno più belli d’Italia, voglio partire da vicino a casa con il Treno dei Sapori che collega Brescia ad Edolo, attraverso i meravigliosi paesaggi della Franciacorta. Nasce da un’iniziativa di Trenord e permette a cifre abbastanza accessibili di scoprire le zone del Lago d’Iseo e della Vallecamonica a bordo di carrozze davvero gustose. Il suo punto forte, infatti, è quello di offrire degustazioni di prodotti tipici durante il percorso e di consentire ai passeggeri di scendere per visitare le zone circostanti ma anche le cantine della Franciacorta e i produttori locali. Il tutto accompagnati da una guida, il cui servizio è compreso nel costo del biglietto. Interessante anche la proposta “Lago con Gusto”, un percorso doppio tra terra e acqua che vi porta fino a Montisola, in mezzo al lago d’Iseo.

Orari: tutte le domeniche e i giorni festivi salvo variazioni operative.

Tariffe: circa 59€, varia in base all’itinerario

Prenotazioni: obbligatorie sul sito ufficiale 

2. La Ferrovia Vigezzina-Centovalli – da Domodossola a Locarno attraverso le Centovalli

Ferrovia VIgezzina-Centovalli

fonte: vigezzinacentovalli.com

Tra le 10 ferrovie più belle del mondo, c’è lei: la Ferrovia Vigezzina-Centovalli. E’ un treno panoramico che collega Domodossola a Locarno e passa tra le Alpi piemontesi. E’ un itinerario decisamente a contatto con la natura che permette di ammirare dal finestrino sia la Valle di Vigezzo che le Centovalli, prima di giungere sulla sponda elvetica del Lago Maggiore. I biglietti consentono sempre di aggiungere una sosta intermedia sia all’andata che al ritorno, in modo da poter visitare anche le località che si incontrano strada facendo. In primavera, poi, è attivo il circuito Lago Maggiore Express che consente di visitare, ad esempio, le Isole Borromee, i giardini delle Isole di Brissago e quelli di Villa Taranto a Verbania.

Orari: tutti i giorni

Tariffe: circa 41€

Prenotazioni: non obbligatorie, ma consigliate per garantirsi il posto migliore, sul sito ufficiale

3. La Circumetnea – da Catania a Riposto tra rotaie e lava

la Circumetnea

fonte: excursionetna.it

Uno dei percorsi in treno più sorprendenti d’Italia è sicuramente quello che da Catania arriva a Riposto. Si tratta della Circumetnea, un viaggio su rotaia che vi porterà ad un’altitudine di quasi 1000 metri tra lava e crateri vulcanici. I vagoni della Cirmumetnea passano, infatti, proprio di fianco all’Etna e attraversano poi distese infinite di lava nera e agrumeti dal profumo inconfondibile. Lungo il percorso è possibile fermarsi per visitare qualche piccolo paese della Sicilia, come ad esempio Bronte per una scorpacciata di pistacchi. Oppure potete seguire uno degli itinerari turistici proposti come il Treno dei Vini dell’Etna, che ogni sabato parte da Riposto e arriva a Piedimonte Etneo, tra degustazioni in cantina e assaggi di prodotti tipici.

Orari: consultabili sul sito ufficiale

Tariffe: dai 2,80€ ai 13€ a/r in base ai km percorsi. Treno dei Vini dell’Etna: circa 80€

Prenotazioni: obbligatoria per il Treno dei Vini dell’Etna sul sito ufficiale

4. Il Trenino Verde della Sardegna – sferragliando nell’entroterra sardo

Il Trenino Verde della Sardegna

fonte: sardegnainblog.it

Il viaggio tra gli itinerari in treno più belli d’Italia continua e ci porta nella bellissima Sardegna. Se avete voglia di paesaggi incontaminati il Trenino Verde della Sardegna è quello che fa per voi. La linea ferroviaria risale alla fine dell’800 e si inerpica tra le foreste di pietra, i Dolmen e i boschi dell’entroterra sardo. Le linee storiche sono 4 e si differenziano in base al percorso che attraversa anche zone non raggiungibili altrimenti. Avendo un numero di convogli limitato, il servizio turistico fino a giugno è limitato ai soli giorni festivi e segue un calendario concordato con gli Enti e gli Operatori del territorio. Da metà giugno in poi, invece, i treni dedicati agli itinerari turistici aumentano e le corse si fanno più frequenti.

Orari: consultabili sul sito ufficiale

Prenotazione: sul sito ufficiale

5. Il Trenino del Renon – 7 km di pura magia tra le montagne di Bolzano

Il Trenino del Renon

fonte: ritten.com

Il piccolo trenino del Renon, oltre ad attraversare un percorso stupendo tra le Dolomiti e i masi del Sudtirolo, ne percorre anche uno tra i più brevi in assoluto. La linea ferroviaria si sviluppa lungo 7 km, un percorso di certo breve ma assolutamente da non perdere. Dal finestrino vedrete vette innevate, pascoli, paesini sperduti e i “camini delle fate”– le sculture naturali create grazie all’erosione di vento e ghiaccio. Inaugurata nel 1907, la ferrovia del Renon – come è sempre stata chiamata – è in realtà più che altro una strada ferrata. Tutti i veicoli in funzione hanno infatti caratteristiche e origini tranviarie. Tra i veicoli in servizio, la Vettura n. 12 a due assi è probabilmente la più anziana al mondo ancora regolarmente in funzione. E’ stata costruita a Graz nel 1907 e da allora ha sempre percorso in modo superbo il tratto Soprabolzano – Maria Assunta e, visto che di pensione non se ne parla, la troverete ancora pronta ad accogliervi con i suoi 32 posti a sedere e i 23 in piedi.

Orari: lunedì – sabato: 6:00 – 20:00; domenica e festivi: 7:30 – 20:00

Tariffe: trenino del Renon a/r 6,00€; trenino del Renon + funivia a/r 15,00€

Prenotazioni: sul sito ufficiale

6. Ferrovia Genova-Casella – a rallentatore nell’entroterra ligure

Ferrovia Genova-Casella

fonte: babboleo.it

Per un tuffo nel passato, il viaggio in treno da non perdere è quello che parte da Genova e arriva lentamente fino a Casella, nell’entroterra ligure. A bordo delle carrozze d’epoca, vivrete una giornata indimenticabile tra i contrasti della Liguria: da un lato il blu del mare, dall’altro il verde delle colline. Sono 25 km per un viaggio indietro nel tempo: a bordo sono stati mantenuti gli arredi di una volta. L’elettromotrice A2 risale, infatti, al 1929 e al suo interno si trovano ancora gli originali sedili in legno e velluto e le decorazioni in ottone. Le altre carrozze risalgono al periodo della Belle Epoque e ne rispecchiano tutto il suo magnifico stile, ricordando anche un po’ quello del più famoso Orient Express.

Orari: dal 23 giugno, ogni sabato. Partenza da Genova alle ore 11.50; partenza da Casella alle ore 13.16.

Tariffe: biglietto 24h circa 14€; è possibile portare a bordo anche la bicicletta pagando la tariffa corrispondente in base ai km percorsi.

Prenotazioni: i biglietti sono a numero chiuso e possono essere acquistati direttamente presso la biglietteria di Genova-Manin. Per assicurarsi il posto, è possibile acquistarli in prevendita a partire da due settimane prima del viaggio. Se volete riservare un’intera carrozza, potete farlo scrivendo a servizio clienti@atm.genova.it

7. Il Treno Natura – viaggio a vapore sotto il sole della Toscana

Il Treno Natura toscano

fonte: eventiintoscana.it

Concludo la lista degli itinerari in treno più belli d’Italia, con un altro treno green e d’epoca. Sto parlando del Treno Natura che parte da Siena e viaggia attraverso la val d’Orcia, per una giornata di puro relax. Un viaggio indietro nel tempo e tra le bellezze di un territorio considerato, a ragione, Patrimonio Mondiale dell’Umanità. A bordo delle carrozze “centoporte”, tutte rigorosamente originali, rivivrete l’emozione di viaggiare come una volta, tra sbuffi di vapore, fischi e soffi. Gli itinerari sono davvero tanti e di volta in volta fanno scoprire i borghi toscani, tra sagre ed eventi locali. Per chi volesse approfondire l’esperienza, è possibile aggiungere escursioni in pullman per raggiungere le località vicine.

Orari: consultabili sul sito ufficiale

Tariffe e prenotazioni: Visione Del Mondo Agenzia Viaggi, email: booking@visionedelmondo.com; Tel. +39 0577 48003 ; Cell. (solo per emergenze e fuori orario ufficio) +39 338 8992577.

Vi è piaciuto questo viaggio attraverso gli itinerari in treno più belli d’Italia? Ne avete già percorso qualcuno? O vi piacerebbe provarne uno in particolare? Fatemi sapere nei commenti 🙂

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (4 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
10 commenti su Attraverso l’Italia in treno: 7 itinerari mozzafiato per scoprire il bel Paese su rotaia

Visita a Montagnana: il borgo padovano D.O.P. per tutti i buongustai

Montagnana è uno dei borghi più belli d’Italia. Si trova in provincia di Padova ed è la meta ideale per chi cerca storia, arte, cultura e buon cibo.

Se ripenso al weekend appena trascorso a Montagnana, borgo medievale nel padovano, non posso che sorridere al pensiero della bellissima giornata passata a scoprire le meraviglie racchiuse all’interno delle sue mura. Grazie a Visit Montagnana, ho avuto modo di conoscere uno dei borghi più belli d’Italia e di assaggiare tutte le prelibatezze che vengono prodotte proprio qui. Una su tutte: sua maestà il Prosciutto Veneto – Berico Euganeo D.O.P. 

Devo dire che a Montagnana ho trovato il mio habitat ideale: storia, arte, cultura e tantissimi ristoranti, locali e attività artigianali che rendono questa cittadina perfetta per un weekend fuori porta. Le parole d’ordine sono senza dubbio riscoperta e slow food. Riscoperta dei ritmi calmi e rilassati di una volta, assaporando al contempo eccezionali prodotti a km 0 dietro cui si celano tanto impegno e un’infinita passione. 

Diciamocelo pure, Montagnana è la Mecca per tutti i buongustai e le buone forchette come la sottoscritta. 

Montagnana in un weekend

Alla scoperta di Montagnana con Murabilia

Ma non è solo questo. All’interno della cinta muraria, infatti, si nascondono tantissimi tesori architettonici tutti da esplorare camminando tranquillamente tra le viuzze che hanno ancora il sapore di epoche lontane. La cosa migliore da fare? Perdersi. Perdersi tra le mura, le torri di guardia e girovagare senza una meta precisa, fermandosi di volta in volta ad ammirare il patrimonio storico ed architettonico di questa cittadina veneta. Gli indizi del suo antico retaggio sono molti: mura medievali, affreschi rinascimentali, palazzi trecenteschi e ancora chiese,  balconate in tipico stile veneziano, castelli. 

Mastio d'Ezzellino a Montagnana

Con la collaborazione di Murabilia, associazione culturale montagnanese, ho potuto visitare i luoghi principali della città con una guida d’eccezione. L’associazione, infatti, organizza visite guidate e itinerari turistici su misura capaci di soddisfare con professionalità e competenza ogni esigenza. Il loro punto forte? La conoscenza del territorio. Le guide e gli operatori di Murabilia conoscono il loro paese a menadito e riescono così ad organizzare eventi e percorsi ad hoc, sia per adulti che per bambini. Sul sito di Visit Montagnana trovate tutti i prossimi appuntamenti, vi lascio il link qui.

Cosa vedere a Montagnana: gli imperdibili 5 + 1 bonus

1. Il Castel San Zeno e il Mastio di Ezzelino 

Il Castello di San Zeno è sicuramente una delle prime cose che vedrete a Montagnana. Prima struttura militare del borgo, è stato dapprima un deposito per la canapa, la “tana dei cànevi”, all’epoca della Serenissima. Al suo interno venivano custodite infatti le scorte di canapa, materiale molto prezioso all’epoca perché impiegato nella produzione di cordame e vele per le navi veneziane. D’inverno, poi, al suo interno trovavano rifugio anche le truppe della Serenissima. La funzione di caserma militare rimase fino alla fine della seconda guerra mondiale. Oggi trovano spazio all’interno di Castel San Zeno, tra gli altri, la Biblioteca, il Museo Civico A. Giacomelli e l’Ufficio Turistico. Ed è proprio da qui che si può accedere al Mastio di Ezzelino, il nucleo più antico del castello. Risalente probabilmente all’epoca degli Estensi, o addirittura al periodo precedente, il Mastio è alto circa 40 metri e offre una meravigliosa vista panoramica sul borgo e sui Colli Euganei vicini. 

Orari:
Orario legale: Mar 16.00 – 19.00 Mer-Gio-Ven-Sab: 9.30 – 12.30 / 16.00 – 19.00 Domenica e festivi: 10.00 – 13.00 / 16.00 – 19.00 
Orario solare: Mar 15.00 – 18.00 Mer-Gio-Ven-Sab: 9.30 – 12.30 / 15.00 – 18.00 Domenica e festivi: 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.00
Chiuso il lunedì, 25 dicembre, 1 gennaio. 
Costi:
Salita al Mastio: 1,50 €

Castel San Zeno a Montagnana

2. Villa Pisani

Se pensate che le meraviglie architettoniche del Palladio si trovino solo a Padova, vi sbagliate di grosso. Nel centro di Montagnana, a pochi passi dalle mura di Castel San Zeno, si trova la bellissima Villa Pisani. Palladiana, ovviamente.  Voluta dal facoltoso nobiluomo veneziano Francesco Pisani, fu costruita nel corso del XVI secolo sia come luogo di villeggiatura che come centro di amministrazione delle sue attività agricole circostanti. 

Resta tutt’oggi una dimora privata, ma dall’esterno si possono ammirare sia il giardino che l’elegante facciata con le caratteristiche colonne. 

Villa Pisani Montagnana

3. I palazzi di Piazza Vittorio Emanuele II

Il cuore di Montagnana è Piazza Vittorio Emanuele II, la piazza principale del borgo su cui si affacciano sia il Duomo che i portici. Se vi recate proprio al centro del Listón – come viene chiamata la piazza –  avrete una vista a 360° sui palazzi che lo circondano. Costruito in trachite grigia dei Colli Euganei con inserti di pietra bianca, come la più famosa Piazza San Marco a Venezia, lascia intravedere tanti indizi della presenza della Serenissima in questa zona. Date uno sguardo alle bellissime facciate di Palazzo della Loggia, Palazzo Valeri e Palazzo Zanella. 

Piazza Vittorio Emanuele II Montagnana

4. Il Duomo di S. Maria Assunta

Ma ad attirare subito lo sguardo è la facciata in marmo bianco dallo stile rinascimentale del Duomo di S. Maria Assunta. Al suo interno, troverete due affreschi del Giorgione: David che sconfigge  il gigante Golia e Giuditta vittoriosa su Oloferne. 

Orari:
Orario legale: 08.30 – 12.00 / 15.00 – 18.30 
Orario solare: 08.30 – 12.00 / 14.30 – 17.00

5. Palazzo Pomello Chinaglia

Il trecentesco Palazzo Pomello Chinaglia, a pochi passi dal Duomo, fu dimora di numerose famiglie illustri. Nel corso del 1700, fu acquisito dai Chinaglia, proprietari terrieri, che da sempre si è impegnata in progetti a favore del territorio, tra cui la costruzione della linea ferroviaria Padova-Monselice-Mantova. Il palazzo è tutt’oggi di proprietà della famiglia Pomello Chinaglia che si adopera a conservarne la storia.

6. Il Salumificio Brianza

A pochi chilometri dal centro storico, si trova un luogo altrettanto speciale e imperdibile: il salumificio Brianza. E’ il regno per tutti gli amanti dei salumi e soprattutto del prosciutto crudo. Mandato avanti da generazioni dalla famiglia Brianza, applica ancora oggi una lavorazione manuale e artigianale a tutti i suoi prodotti. E, nel sapore, si sente tutto l’impegno che viene usato per produrre salumi di altissima qualità. All’interno troverete anche uno spaccio per poter acquistare direttamente i prodotti.

Indirizzo: Via Luppia San Zeno, 35 – Montagnana

Info: +39 0429 82155 – info@salumificiobrianza.it

Salumificio Brianza Montagnana

Montagnana in bocconi: guida ai ristoranti da non perdere

Come detto, Montagnana è il posto giusto per voi se siete amanti del buon cibo tradizionale. In questo borgo padovano, di sicuro non resterete digiuni: ho perso il conto dei ristoranti, bar e pasticcerie che ho visto durante la mia permanenza a Montagnana. E, soprattutto, ho avuto modo di provarne in prima persona alcuni che mi sento di consigliarvi.

Per colazione

Cominciate la giornata alla Pasticceria Cuccato per un’infinita varietà di dolci artigianali appena sfornati. Da non perdere il Pandolce di Ezzelino.

Indirizzo: Via Carrarese, 5 –  Montagnana

Info & prenotazioni: + 39 0429 81315

Colazione a Montagnana

Per pranzo

Alla Loggia dei Cereali vi sembrerà di trovarvi all’interno di un cereale. Il locale è molto ben arredato e offre una cucina salutare a base di cereali e prodotti tipici del territorio. Assaggiate il loro pane fatto in casa dai mille gusti, originale e saporitissimo, e le loro paste fresche.

Per Merenda

Se avete ancora spazio, per uno spuntino fate un salto alla Gastronomia Zanini per un Cornetto Giusto: un cono ripieno di prosciutto veneto D.O.P. e formaggi tipici. Una specialità tutta montagnanese.

Indirizzo: Via Matteotti, 21 – Montagnana

Info & prenotazioni: +39 0429 81465

Dove mangiare a Montagnana spuntino alla Gastronomia Zanini

Per cena

Concludete la giornata in bellezza concedendovi una cena al Castello Bevilacqua, a soli pochi chilometri da Montagnana. Cenerete in un vero castello del Trecento, in cui si respira ancora l’atmosfera di principesse e cavalieri. Ah, e fantasmi. Una location magica spesso scelta per i matrimoni ma anche per eventi divertenti e diversi dal solito come cene con delitto ed escape room. Trovate tutti i prossimi appuntamenti cliccando qui.

Indirizzo: Via Roma, 50 – 37040 Bevilacqua (VR)

Info & prenotazioni: +39 0442 93 655 – info@castellobevilacqua.com

Cena al Castello Bevilacqua

Arrivare a Montagnana

Montagnana dista 65 km dall’aeroporto Valerio Catullo di Verona e 90 km dall’aeroporto Marco Polo di Venezia.

E’ raggiungibile in auto percorrendo la Strada Regionale n° 10 “Padana Inferiore” da Monselice (collegamento con la A13 Padova – Bologna); da S. Margherita d’Adige (collegamento con la A13 Rovigo – Piovene Rocchette); da Legnano (collegamento con con Transpolesana S.S. 434 VR-RO).

Se preferite muovervi in treno, invece, la stazione di Montagnana dista solo 500 metri dal centro storico e fa parte della linea ferroviaria Monselice – Mantova.

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

 

 

25 commenti su Visita a Montagnana: il borgo padovano D.O.P. per tutti i buongustai

Santuario Madonna della Corona: passeggiando sospesi tra cielo e terra

Sospeso tra cielo e terra, il Santuario Madonna della Corona è uno dei luoghi più scenografici del Veneto e di tutta l’Italia. Si trova tra le rocce del Monte Baldo, a Spiazzi in provincia di Verona e si può raggiungere percorrendo un bellissimo sentiero panoramico in mezzo al bosco.

Che siate credenti o meno, è un luogo davvero unico e suggestivo che merita di essere visitato almeno una volta.

Sospeso tra cielo e terra, il Santuario Madonna della Corona è uno dei luoghi più scenografici del Veneto e di tutta l’Italia. Si trova tra le rocce del Monte Baldo, a Spiazzi in provincia di Verona e si può raggiungere percorrendo un bellissimo sentiero panoramico in mezzo al bosco.

Che siate credenti o meno, è un luogo davvero unico e suggestivo che merita di essere visitato almeno una volta.

Incastonato tra gli speroni di roccia del Monte Baldo che sembra volerlo custodire, a 774 metri dal livello del mare, il Santuario Madonna della Corona è da sempre un luogo di pellegrinaggio e devozione. Negli ultimi anni, però, si sta facendo conoscere sempre più tra i turisti di tutto il mondo proprio per la sua bellezza e particolarità.

Se volete approfittare di queste prime belle giornate di sole, facendo trekking e passeggiate in mezzo alla natura a strapiombo sulla valle dell’Adige, il Santuario Madonna della Corona è il posto che fa per voi.

Santuario Madonna della Corona come arrivare

La storia del Santuario Madonna della Corona

Per risalire alle origini del Santuario Madonna della Corona bisogna fare un salto nel passato e tornare indietro fino al 1200. In questi anni, infatti, sembra esistesse già un ripido sentiero in mezzo alle rocce che conduceva ad un monastero e ad una cappella dedicata a  S. Maria di Montebaldo.

La nuova chiesa però risale ad anni più recenti: nel 1625 si cominciarono infatti i lavori di costruzione di una chiesa più grande situata a 4 metri più in alto rispetto alla precedente che si conclusero definitivamente nel 1685.

Cappella Santuario Madonna della Corona

La basilica attuale invece venne riprogettata e ampliata ad opera dell’architetto Guido Tisato. Nel 1982 il Santuario ricevette anche il titolo di “basilica minore” e la consacrazione definitiva avvenne il 17 marzo del 1988 quando Papa Giovanni Paolo II venne in visita e in preghiera alla Madonna della Corona.

Il Santuario è aperto tutto l’anno e segue i seguenti orari:

Novembre – Marzo: dalle ore 8.00 alle ore 18.00
Aprile – Ottobre: dalle ore 7.00 alle ore 19.30

Per quanto riguarda gli orari delle messe, vi lascio il link diretto al sito qui.

Santuario della Madonna della Corona

Il Sentiero della Speranza: a piedi fino al Santuario della Corona

Il modo più bello e caratteristico per raggiungere il Santuario Madonna della Corona è quello di percorrere a piedi l’antico sentiero usato dai pellegrini. Si tratta del Sentiero della Speranza, un cammino in mezzo al bosco della durata di circa 2,5 km davvero molto suggestivo.

Per iniziare la salita che vi porterà fino alle scale del santuario, vi basterà raggiungere il paese di Brentino, pochi chilometri dall’uscita del casello autostradale di Affi, e parcheggiare nel centro del paese. Qui troverete parecchie indicazioni che in breve vi condurranno all’inizio del sentiero della Speranza.

Raggiungerete la terrazza panoramica in cui si trova una grande croce e da cui potrete godere di una bellissima vista sulla Valle dell’Adige. Proseguite poi verso la Grotta della Pietà, attraversando prima la scalinata a zig zag e il ponte in pietra del Tiglio poi. A questo punto sarete arrivati alla scalinata del santuario e potrete riposarvi e bere qualcosa al bar Al Santuario.

  • Difficoltà del sentiero: il sentiero ha una difficoltà bassa e può essere percorso da tutti, basta indossare degli scarponcini da trekking che vi aiuteranno nei tratti più rocciosi.
  • Durata: il tempo di percorrenza da Brentino al Santuario della Corona è di circa 2 ore. Non dimenticate di portarvi da bere.
  • Dislivello: il dislivello è di circa 600 metri ma è mitigato dalla presenza di parecchi scalini che vi faciliteranno nella salita.

Santuario Madonna della Corona vista

Al Santuario Madonna della Corona da Spiazzi: la Via Crucis

Se preferite arrivare al Santuario in modo più veloce, potete arrivare in macchina fino al centro di Spiazzi in cui troverete un grande parcheggio gratuito. A poca distanza troverete i cartelli con le indicazioni per raggiungere il Santuario. In questo caso si tratta di una strada asfaltata in discesa che vi conduce fino al passaggio scavato dentro alla roccia, ovvero l’accesso alla Basilica. Se scegliete questa strada, potrete ammirare le sculture ad ogni tappa della Via Crucis.

Via Crucis Santuario Madonna della Corona

Lungo il percorso troverete anche un piccolo allevamento di Alpaca e un grazioso chioschetto in cui acquistare direttamente i prodotti, come sciarpe, berretti e altre cose, fatte proprio con la lana degli animali.

Servizio di bus navetta da e per il Santuario Madonna della Corona

In alternativa ai due sentieri a piedi, è possibile raggiungere il Santuario con il comodo servizio di bus navetta. Il pullman si prende a Spiazzi, a pochi passi dal parcheggio gratuito, e da qui vi porta fino all’entrata della grotta che conduce alla chiesa.

Santuario Madonna della Corona galleria

L’ingresso della galleria nella roccia che porta al Santuario

Orari:

  • A marzo il servizio di bus navetta è attivo ogni sabato e domenica dalle 9.00 alle 18.00. Durante la settimana è possibile scendere in auto fino al parcheggio antistante la galleria.
  • Dal 1° Aprile il bus navetta opera dal lunedì al venerdì la mattina, il sabato e la domenica tutto il giorno.
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
2 commenti su Santuario Madonna della Corona: passeggiando sospesi tra cielo e terra

San Valentino: la classifica degli hotel più romantici d’Italia

L’Italia è uno dei paesi più romantici del mondo. Secondo la Travelers’ Choice di Tripadvisor sono ben 25 le strutture considerate tra i migliori hotel romantici del mondo. Io ve ne racconto 10, chissà che non possiate trovate la meta perfetta per la vostra fuga d’amore di San Valentino.

San Valentino ormai è alle porte e, non so voi, ma io tendo a dimenticarmi facilmente di questa ricorrenza. Sarà che guardo pochissimo la TV normale (Netflix ormai è una costante a casa mia) e quindi non vengo bersagliata dai tanti spot pubblicitari dedicati alla festa degli innamorati. Sta di fatto che quest’anno do il peggio di me in quanto a fidanzata perché il 14 febbraio ci saranno migliaia di chilometri e anche qualche oceano a separare me e la mia dolce metà. Ma del resto noi cerchiamo di festeggiarci ogni giorno dell’anno quindi troveremo sicuramente un modo per concederci un weekend romantico al mio ritorno.  A questo proposito, ho fatto un po’ di ricerche su mete e soggiorni romantici e mi sono imbattuta in una classifica davvero al bacio, ossia la classifica degli hotel più romantici d’Italia.

Secondo gli utenti di Tripadvisor, sono ben 25 gli hotel italiani entrati nella graduatoria degli alberghi più romantici del mondo.

Oggi voglio condividere con voi le 10 strutture che a me sono piaciute di più e che sceglierei per una fuga d’amore.  Magari recupero il 12 giugno, il Dia Dos Namorados in Brasile (non sarà forse un indizio sulla meta che ho scelto per il prossimo viaggio!?).

I 10 hotel più romantici d’Italia

1. Luxury DolceVita Resort Preidlhof – Naturno

Anche se non è tra le prime posizioni nella classifica di Tripadvisor, il Preidlhof Resort ha vinto sicuramente nella mia. Si trova a Naturno, in Trentino Alto Adige, e a me sembra proprio un hotel adatto per un weekend romantico. Le offerte per le coppie in cerca di coccole e relax sono davvero tantissime: cene a lume di candela, spa private, letti a baldacchino ed escursioni romantiche a bordo di Porsche Cabrio e Vespe magari fino al campanile sommerso nel lago di Resia. E poi, ragazzi, ogni camera è dotata di ben 12 cuscini diversi per garantire a tutti sogni d’oro (scusate, ho dovuto scriverlo perché io negli hotel lotto perennemente con i cuscini). Fosse per me, partirei subito.

hotel più romantici d'Italia

fonte: preidlhof.it

2. Lefay Resort & Spa – Lago di Garda

Al secondo posto della mia classifica rivisitata degli hotel più romantici d’Italia voglio mettere il Lefay Resort & Spa di Navazzo, sul mio tanto amato Lago di Garda. Chi mi conosce sa che amo i panorami e i paesi della sponda bresciana del Lago di Garda e da questo hotel si gode di una vista davvero mozzafiato. Io personalmente ci voglio andare da sempre: oltre ad avere una piscina panoramica incredibile e una spa di oltre 3800 mq, è un hotel estremamente attento al rispetto dell’ambiente. La struttura è infatti eco-sostenibile e completamente integrata nell’ambiente circostante delle limonaie del Garda, di cui qui trovate un itinerario che vi farà scoprire il tesoro giallo del Garda.

Per verificare la disponibilità cliccate qui.

Lefay Resort hotel romantici d'Italia Checked-In Travel Blog

fonte: lefayresorts.com

3. Hotel Villa Ducale – Taormina

Chi non vorrebbe svegliarsi e ammirare dalla finestra della propria camera una vista spettacolare sia sul mare che sull’Etna? Al boutique hotel Villa Ducale apprezzerete sia il panorama su Taormina che la tipica calda accoglienza siciliana. Ad attendervi troverete una piscina panoramica, un ristorante specializzato nelle delizie della tradizione siciliana e tanto relax e romanticismo. Non per niente chi ci è già stato l’ha definito come “il paradiso in terra“.

Per verificare la disponibilità cliccate qui.

hotel più romantici d'Italia

fonte:

4. Hotel Al Ponte Antico – Venezia

Parlando di mete romantiche non si può ovviamente tralasciare Venezia, una delle città più romantiche di tutto il mondo. Per la vostra fuga d’amore tenete in considerazione l’Hotel Al Ponte Antico: potrete arrivate all’hotel direttamente dall’acqua come nei film. C’è infatti un pontile privato da cui potrete partire per una romantica visita di Venezia a bordo di una gondola. Al vostro rientro invece potrete rilassarvi nelle suite dalle decorazioni tipiche veneziane ricavate all’interno di un palazzo del ‘500 e fare poi una passeggiata al chiaro di luna fino al vicino ponte di Rialto.  Mi raccomando non perdetevi la Libreria Acqua Alta, uno dei tesori più belli di Venezia.

Per verificare la disponibilità cliccate qui.

hotel romantici d'Italia

fonte: alponteantico.com

5. Aia Mattonata Relais – Siena

Ci spostiamo adesso in Toscana, altra terra romantica d’eccezione, e lo facciamo andando alle porte di Siena. Qui, immerso tra le colline senesi, troviamo il Relais di charme Aia Mattonata.  Nella classifica degli hotel più romantici d’Italia di Tripadvisor si è aggiudicato il 7° posto. E l’ha fatto meritatamente. Un vero paradiso per chi è in cerca di tranquillità e ama la natura. Tra i servizi offerti si contano: area wellness e massaggi, mountain bike per esplorare le zone circostanti, degustazioni in cantina, corsi di cucina e tanto altro. Sul sito c’è scritto che si arriva come clienti e si parte come amici. Io sono molto incuriosita.

Per verificare la disponibilità cliccate qui.

hotel romantici d'italia

fonte: Booking.com

6. Lifestyle Suites Rome – Roma

Ed eccoci arrivati alla città eterna, Roma. Il Lifestyle Suites Rome è la quintessenza del romanticismo: un palazzo nobile del 1440 a due passi dalla famosissima Piazza Navona vi accoglierà con camere moderne e dotate di ogni confort. Anche i nomi stessi delle stanze sono stuzzicanti: Tempesta, Cappuccino, Nuvola e Rubino solo per citarne alcuni. Il personale promette di prendersi cura degli ospiti in tutto e per tutto: dai massaggi di coppia in camera, al servizio di personal shopper e personal trainer, per non parlare della possibilità di visitare Roma a bordo di una limousine. Da provare.

Per verificare la disponibilità cliccate qui.

hotel romantici d'italia

fonte: lifestylesuitesrome.com

7. Miramonti Boutique Hotel – Avelengo

Sembra che l’Alto Adige sia una regione particolarmente ricca per quanto riguarda gli hotel romantici. Anche se dista solo 10km dal centro di Merano, il Miramonti Boutique hotel sembra lontano anni luce dal traffico e dalla vita di città. Totalmente immerso nella natura, cerca di offrire alle coppie in cerca di un weekend romantico tranquillità, tradizione e una bellezza semplice e lussuosa al tempo stesso. Tra le attività che mi ispirano di più ci sono sicuramente la Forest Therapy, una passeggiata  in un parco di 30 ettari di latifoglie e conifere, e la sauna del bosco nascosta proprio tra le fronde degli alberi per attimi di totale intimità.

Per verificare la disponibilità cliccate qui.

hotel romantici d'Italia

8. Caesar Augustus Hotel – Capri

“Come un nido d’aquila sulla roccia più alta”. E’ con queste parole che viene descritto il Caesar Augustus di Capri (anzi di Anacapri per essere esatti). E’ un 5 stelle veramente spettacolare, situato sulla sommità di una delle tante rocce della Costiera Amalfitana a ben 300 metri d’altezza sul mare. E’ di sicuro uno dei punti più panoramici di tutta l’isola. Il consiglio è quello di mettere in valigia scarpe comode per gustarsi appieno tutte le viuzze del centro storico di Anacapri, mentre si gustano dei buoni vini in compagnia dei pescatori del Faro di Punta Carena.

Per verificare la disponibilità cliccate qui.

hotel romantici d'Italia

fonte: caesaraugustus.com

9. Il Sogno di Giulietta – Verona

Il Relais de Charme Il Sogno di Giulietta non compare nell’elenco dei 25 hotel più romantici redatto da Tripadvisor ma secondo me è uno di quegli alberghi perfetti per una fuga d’amore. Del resto Verona è la città degli innamorati per eccellenza no? Le storie d’amore nate tra le sue vie sono davvero tante, basti pensare a Romeo e Giulietta. Oh Romeo, Romeo, perché sei tu Romeo? Vi piacerebbe che il vostro innamorato vi facesse una dedica d’amore mentre voi vi affacciate al balcone come Giulietta? Al Sogno di Giulietta questo desiderio potrebbe diventare realtà visto che la struttura si trova proprio all’interno della famosissima Casa di Giulietta. Avrete il balcone e il cortile a vostra completa disposizione e vi potrete scambiare dolci parole d’amore in tutta tranquillità senza le orde di turisti che ci sono di solito. E, mi raccomando, portate la vostra dolce metà al Pozzo dell’Amore.

Per verificare la disponibilità cliccate qui.

hotel più romantici d'Italia

fonte: Booking.com

10. Brisighella Green Wellness – Brisighella

L’ultima posizione la riservo ad una struttura che ho testato personalmente e che secondo me può rientrare a tutti gli effetti nella classifica degli hotel più romantici d’Italia anche se non è stata nominata nella Travellers’ Choice. Parlo del Brisighella Green Wellness, un b&b stupendo isolato tra le colline emiliane. La cornice è quella di Brisighella, uno dei borghi più belli d’Italia, e l’accoglienza è davvero speciale e soprattutto perfetta per una fuga romantica. Io me ne sono innamorata e ve ne avevo già parlato qualche tempo fa qui. Ve lo consiglio se siete in cerca di una meta alternativa senza però rinunciare a romantici idromassaggi e colazioni home-made. Ah e organizzano anche lezioni di meditazione buddista.

Per verificare la disponibilità cliccate qui.

hotel più romantici d'Italia

fonte: brisighellagreenwellness.com

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (4 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
2 commenti su San Valentino: la classifica degli hotel più romantici d’Italia

Libreria Acqua Alta a Venezia: il paradiso per gli amanti dei libri esiste davvero

Libreria Acqua Alta a Venezia: una delle librerie più famose del mondo. Ma ne vale veramente la pena? Vi racconto la mia esperienza.

“Ma dove sarà mai questa libreria?” Il sole è alto nel cielo e i suoi raggi si riflettono sulle scure e placide acque dei canali di Venezia tra cui io mi sono prontamente persa. Sento i rintocchi di qualche chiesa in lontananza suonare per ricordarmi che ormai è mezzogiorno, come se non bastassero i continui brontolii del mio stomaco a cui del negozio di libri nascosto interessa poco. Lui, di progetti, ne ha ben altri. Caparbia come sono, non demordo e continuo imperterrita la mia caccia al tesoro veneziana lasciandomi guidare proprio dal suono delle campane. Ormai sono di fronte alla Parrocchia di Santa Maria Formosa, dovrebbe mancare poco: una svolta a sinistra nell’ennesima calle, un’altra ancora in qualche vicoletto in penombra e dovrei aver raggiunto la meta. “Spero ne valga la pena” è l’unico pensiero che mi frulla in testa. Di certo la Libreria Acqua Alta si nasconde bene. Ma del resto tutti i tesori sono difficili da trovare, no?

E, poi, all’improvviso eccola lì: circondata da cesti di libri in offerta e cartoline polverose, finalmente vedo la famosa Libreria Acqua Alta di Venezia, quella di cui si parla tanto e che ormai viene descritta come una delle librerie più belle del mondo. Ad attendermi trovo un gatto nero che, totalmente incurante di me e della mia grande aspettativa, continua a sonnecchiare tranquillo sul suo giaciglio di libri. “Beh, a primo impatto non è niente di che” mi vien da dire, ma mi hanno insegnato che i libri non vanno mai giudicati dalla copertina e quindi entro per approfondire questa conoscenza. Ed è proprio varcata la soglia che si compie la magia: scaffali stracolmi di libri di ogni genere, talmente tanti che lo spazio per camminare è davvero risicato.

“Okay – penso- sono arrivata nel paradiso che ogni lettore, come me, ha sempre sognato”. 

Libreria Acqua Alta Venezia Checked-In Travel Blog

Guardando con più attenzione mi accorgo, però, che i volumi non sono disposti solamente su semplici scaffali: ad ospitarli ci pensano ceste in vimini, vasche e vaschette di ogni tipo e dimensione, barche e gondole! L’idea di questo strambo arredamento è di Luigi Frizzo, come sua dal 2004 è anche questa strabiliante libreria. Padrone di casa eccellente, accoglie i visitatori tutti i giorni dalle 9 alle 20, sempre con il sorriso, e li conduce sapientemente attraverso il labirinto che ha creato ad hoc per proteggere i suoi preziosi volumi dall’imprevedibile acqua alta di Venezia.

Libreria Acqua Alta Venezia Checked-In Travel Blog

Dovete sapere che ai libri di “Acqua Alta” piace giocare a nascondino: non ci sono ordini alfabetici da seguire in questo eclettico bookshop. Ma non temete: come bussola si possono utilizzare i cartelli scritti a mano appesi tra uno scaffale e l’altro e l’impareggiabile aiuto del sig. Frizzo che, sono sicura, conosce a menadito tutta la collezione. Classici, best-seller internazionali, libri usati ed edizioni introvabili mescolate a manuali di storia veneziana e cartoline d’epoca. L’offerta è così ampia che io non so da che parte cominciare. Mi lascio guidare dall’istinto che mi porta di fronte ad un enorme tomo fotografico tra le cui pagine sono immortalate nei caldi toni del seppia le calli veneziane di parecchi anni fa. Con un pizzico di fortuna si possono davvero trovare edizioni uniche da portarsi a casa e custodire con cura.

Libreria Acqua Alta a Venezia orari Checked-In Travel Blog

Rimetto a posto il libro di fotografie e mi dirigo verso la porta sul retro del negozio che conduce ad un piccolo cortile all’aperto da cui riesco a sentire lo sciabordio dell’acqua provocato dalle imbarcazioni di passaggio. Vedo una scala di libri – sì, avete capito bene – che mi invita a salire fino alla sua cima da cui lo spettacolo è garantito. E’ proprio qui che vi potrete fermare un attimo ad ammirare la vista sui canali di Venezia, respirando l’odore dell’acqua della laguna misto a quello un po’ pungente ma sempre piacevole dei libri polverosi. Forse l’angolo più bello e caratteristico di tutta Acqua Alta, creato oltretutto grazie al recupero di libri destinati al macero. Un’idea brillante ed estremamente eco-friendly.

Libreria Acqua Alta a Venezia Checked-In Travel Blog

Ma il giro non è ancora finito e così mi avvio verso l’uscita di emergenza che riesce a regalarmi l’ultimo tassello di magia: uno splendido salottino improvvisato in cui poter sfogliare con calma qualche pagina prima di tornare al mondo reale. E così saluto il mio amico gatto che, stufo di crogiolarsi al sole, ha deciso di seguirmi fin qui ed esco con la convinzione che sì il viaggio che mi ha portato fin qui è valso sicuramente la pena perché mi ha fatto scoprire una libreria che fino adesso, per me, non ha rivali.

Libreria Acqua Alta Venezia Checked-In Travel Blog

Come raggiungere la Libreria Acqua Alta

La libreria Acqua Alta si trova a Venezia a pochi passi dalla Parrocchia di Santa Maria Formosa, più precisamente in Calle Lunga Santa Maria Formosa. E’ aperta tutti i giorni dalle 9 alle 20 e per qualsiasi informazione aggiuntiva potete consultare la pagina Facebook ufficiale, in cui vengono pubblicati anche gli eventi organizzati in libreria.

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (3 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
18 commenti su Libreria Acqua Alta a Venezia: il paradiso per gli amanti dei libri esiste davvero

Type on the field below and hit Enter/Return to search