fbpx

Checked-In Travel Blog

Checked-In Travel Blog

Racconti e pensieri di una girovaga sognatrice alla scoperta del mondo e di se stessa

Categoria: Mostre e Musei

Caravaggio Experience: una mostra innovativa nella cornice storica del Castello di Desenzano del Garda

Tra le sale del Castello di Desenzano del Garda è appena arrivata la Caravaggio Experience, una mostra decisamente innovativa che resterà aperta dal 13 maggio al 13 ottobre 2019.
Più che di una mostra, si tratta di una vera e propria esperienza sensoriale a 360 gradi.
Da desenzanese non potevo far altro che andare in esplorazione per voi. Ecco quindi il resoconto della mia esperienza e tutte le informazioni utili per pianificare la vostra visita alla mostra e a Desenzano del Garda.

Tra le sale del Castello di Desenzano del Garda è appena arrivata la Caravaggio Experience, una mostra decisamente innovativa che resterà aperta dal 13 maggio al 13 ottobre 2019

Da desenzanese non potevo far altro che andare in esplorazione per voi e devo dire che l’esperienza sensoriale ideata da Stefano Fake, fondatore di The Fake Factory, ha passato decisamente l’esame. 

Caravaggio Experience Desenzano

Un Caravaggio così moderno non si era mai visto

O meglio, non si era mai visto a Desenzano del Garda. Il celebre pittore italiano è stato, infatti, in tournée in diverse parti del mondo prima di approdare sulle sponde del lago di Garda. Dopo le tappe di Roma, Torino, Rimini e Città del Messico,dove ha riscosso enorme successo, la Caravaggio Experience è stata inaugurata il 13 maggio al Castello di Desenzano. Sono contenta che il Comune di Desenzano abbia deciso di contribuire a questa bellissima iniziativa, in collaborazione con il Gruppo MilanoCard e Medialart

Caravaggio Experience Desenzano

Più che di una mostra, si tratta di una vera e propria esperienza sensoriale a 360 gradi. Durante i circa 50 minuti della rappresentazione, verrete catapultati nel mondo affascinante e a volte un po’ turbolento di Michelangelo Merisi. A farvi ammirare le 58 opere più belle e famose di Caravaggio ci penserà una videoinstallazione continua e in alta definizione che vi farà perdere la cognizione del tempo e dello spazio. E’ una mostra totalizzante e immersiva, fatta di dettagli, suoni, luci e colori. Accompagnano le opere una serie di musiche, fragranze olfattive e giochi di luce che riescono a far entrare per qualche istante nel mondo rinascimentale e barocco del Caravaggio. 

Caravaggio Experience Desenzano

Innovazione sì, ma nella cornice storica del Castello di Desenzano del Garda

Quello che più mi è piaciuto della Caravaggio Experience è il connubio tra l’innovazione della mostra e la cornice storica in cui è esposta. Ammirare la videoinstallazione dalle stanze di epoca comunale è un’esperienza di vero e proprio viaggio nel tempo. 

Il Castello, poi, è senza dubbio uno dei simboli della città che sorveglia dall’alto della sua posizione. Costruito in epoca comunale e rafforzato poi durante il XV secolo, fu trasformato in caserma alla fine dell’800, funzione che gli rimase fino al 1943. E, devo dire, che il nuovo ruolo di polo espositivo e centro culturale gli si addice alla perfezione. 

Caravaggio Experience Desenzano

Poche regole ma buone alla Caravaggio Experience

Se decidete di visitare la Caravaggio Experience dovrete seguire queste 5 regole base, come riportato dagli organizzatori stessi:

1- Non è vietato toccare le opere

2- E’ assolutamente obbligatorio fare foto (e condividerle)

3- E’ consentito sdraiarsi sui tappeti

4- E’ consentito ai bambini accedere, muoversi e lasciarsi stupire

5- E’ obbligatorio divertirsi

Caravaggio Experience Desenzano

Caravaggio Experience a Desenzano del Garda – info & costi

Orari

  • Dal martedì alla domenica dalle 11 alle 21.
  • Gli ingressi hanno cadenza oraria a partire dalle 11.
  • E’ comunque possibile accedere, previa disponibilità, se si arriva in ritardo. Si resterà poi dentro fino a recuperare quanto perso.

Biglietti

  • Dal 18 maggio al 15 giugno il biglietto è in promozione a 10€.
  • Dal 16 giugno il costo del biglietto intero è di 12€.
  • Biglietto ridotto (gruppi min 15 pax; over 65; under25) : 10€
  • Biglietto Residenti a Desenzano: 10€
  • Biglietto famiglia (2 adulti + almeno 1 bambino) : 22€
  • Biglietto bambini 5-14 anni; scuole: 5€
  • Bambini fino a 5 anni; disabili con un accompagnatore : gratuito
  • Bambini fino a 14 anni residenti : gratuito

Prenotazioni

  • E’ possibile prenotare gratuitamente sul sito ufficiale; il pagamento viene effettuato direttamente in loco al momento della visita (in contanti o pos).
  • Per i gruppi la prenotazione è obbligatoria.

Dal 20 maggio è possibile prenotare una guida a disposizione per un’ora sia per la visita della Caravaggio Experience sia per un tour alla scoperta di Desenzano. E’ possibile organizzare visite anche per gruppi. Contatti: caravaggio@milanocard.it 

Se siete interessati ad una visita da local di Desenzano e dintorni, potete invece contattare la sottoscritta alla mail monica@checked-in.it o attraverso i canali social. Non vedo l’ora di farvi scoprire tutti i luoghi più belli della mia amata città e di portavi ad assaggiare i prodotti tipici. 

Come raggiungere la Caravaggio Experience a Desenzano

Via del Castello, 63 – Desenzano del Garda

Altri articoli sul Lago di Garda:

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (3 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Nessun commento su Caravaggio Experience: una mostra innovativa nella cornice storica del Castello di Desenzano del Garda

Visita al Presepio del Borgo del Quadrel: un piccolo gioiello a Gavardo

Il Presepio del Borgo del Quadrel a Gavardo, alla sua 27esima edizione, è uno dei presepi più originali in Italia. Cliccate qui per info e orari.

Lo so, la befana è già passata e con lei sono sparite sia le decorazioni che la magica atmosfera natalizia. Da un giorno all’altro puff, le strade si svuotano e tornano ad indossare i loro abiti da tutti i giorni. Quelli luccicanti delle feste riposti con amorevole cura nei bauli polverosi pronti per la prossima stagione. E allora, Monica, perché oggi ci vuoi parlare ancora di presepi, mangiatoie e statuine? Perché anche se, come voi, sto cercando di riprendermi dalle feste e di tornare alla routine quotidiana, devo assolutamente parlarvi dell’incantevole Presepio del Borgo del Quadrel di Gavardo. Da ritardataria cronica lo sto facendo all’8 di gennaio ma non disperate: avete tempo fino a domenica 13 gennaio per visitare questo particolarissimo presepio, ormai alla sua 27esima edizione, che sarà capace di stupirvi.

Presepio Associazione Borgo del Quadrel Gavardo

Presepio Associazione Borgo del Quadrel: i dettagli che fanno la differenza

Come ormai sapete, sono una grande amante dei borghi italiani e delle loro piccole speciali tradizioni che mi piace scoprire e condividere con voi. Sono fermamente convinta sia importante dare il giusto risalto alle iniziative per la promozione e la valorizzazione della nostra storia e del nostro territorio. Quella portata avanti dall’Associazione Borgo del Quadrel di Gavardo rientra senza dubbio tra queste. Ogni anno, da ben 27, un gruppo di volontari lavora fianco a fianco per mesi per dare vita alla meravigliosa rappresentazione del presepio che dalla vigilia di Natale accompagna tutti i suoi visitatori fino alle prime settimane del nuovo anno. Io l’ho scoperto 3 anni fa e da allora è diventata una tappa obbligatoria. Il perché è molto semplice: è diverso da tutti quelli che ho avuto modo di vedere finora.

Il Presepio del Borgo del Quadrel è unico nel suo genere.

Associazione Borgo del Quadrel Gavardo

I gentilissimi volontari che vi aspettano con bevande calde al termine della visita

Ogni anno i volontari mettono in scena uno spettacolo di luci, suoni, colori e soprattutto emozioni che catturano per tutti i 15 minuti della durata dell’opera. Si tratta di una rappresentazione che mostra la vita di un tempo nei nostri borghi, dalla penombra del crepuscolo fino alle vivaci e rumorose luci del giorno durante tutte le stagioni dell’anno. Ecco quindi che, con un piacevole ed abbinato sottofondo musicale, vedrete accendersi la prima luce nella casa del fabbro che anche sotto la neve è pronto a cominciare un’altra giornata lavorativa. Oppure, fra il frastuono dei tuoni e gli abbaglianti lampi, sentirete il belare delle pecore e il richiamo all’ordine del loro pastore seguito dalla calma del villaggio che si prepara al buio riposo notturno. Ad ogni edizione spetta il compito di mostrare scorci e particolari di cittadine italiane minuziosamente ricreate a mano per l’occasione. Alle donne l’incarico di vestire le statue con gli abiti da loro amorevolmente confezionati prestando estrema attenzione ai colori e ai dettagli riprodotti. E vogliamo parlare delle pecorelle? Baldanzose ed orgogliose del loro soffice manto sembrano voler dire agli avventori “ehi, avete visto che i nostri ricci sono fatti di lana vera?”.

borgo del quadrel gavardo presepe

presepio borgo del quadrel gavardo edizione 2018

Edizione 2018 del Presepio “Borgo del Quadrel”

Per la 27esima edizione del Presepio Borgo del Quadrel, i volontari hanno deciso di rappresentare Salò – celebre cittadina sulle sponde del lago di Garda – durante i primi anni del secolo scorso. In particolare, si sono concentrati su Corso Vittorio Emanuele II, una delle strade fulcro del paese. Conosciuta da tutti i salodiani come “La Fossa“, in memoria del fossato che la attraversava per tutta la sua lunghezza, Piazza Vittorio Emanuele II è stata riqualificata ed inaugurata proprio lo scorso 4 novembre.  L’Associazione Borgo del Quadrel ha voluto concentrarsi e dare risalto alla Torre dell’Orologio, uno dei simboli della città, che nel presepio si può ammirare sia in prospettiva nella rappresentazione a destra del villaggio, sia frontalmente nella parte sinistra dedicata alla natività.

Ma negli scorsi anni si sono visti riprodotti anche dettagli di zone montane, come quelle di Pinzolo e dell’Adamello nel 2007, del Borgo del Quadrel e di altre zone di Gavardo e anche la bellissima piazza di Norcia prima del terremoto, nella memorabile e toccante edizione del 2016 alla quale hanno presenziato anche dei frati venuti appositamente per porgere omaggio all’opera.

presepio borgo del quadrel gavardo edizioni

Non si sa ancora con cosa ci stupiranno l’anno prossimo i volontari del Borgo del Quadrel. Una cosa però è certa: sicuramente sapranno ricreare ancora una volta uno presepio unico, legato alla tradizione e allo stesso tempo al passo con i tempi.

Presepio Borgo del Quadrel: orari e informazioni pratiche

Il Presepio Borgo del Quadrel si trova in via Fornaci a Gavardo, in provincia di Brescia, ed è facilmente raggiungibile in auto. Dal 24-12-2018 al 13-01-2019, è aperto tutti i giorni (dalle 15.00 alle 19.00 durante i feriali; dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 20.00 durante i festivi).  A disposizione dei visitatori c’è un ampio parcheggio gratuito a pochi passi dall’ingresso del presepio.

Ogni rappresentazione dura all’incirca 15 minuti e l’accesso è libero. Molto gradita è una donazione libera che è possibile lasciare all’uscita negli appositi raccoglitori in aiuto all’Associazione per l’organizzazione di questa bellissima iniziativa. Inoltre, ad attendervi al termine della visita troverete anche vin brûlé, tè caldo e una scelta di dolci serviti direttamente dai volontari e sempre ad offerta libera.


1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (3 votes, average: 4,33 out of 5)
Loading...

9 commenti su Visita al Presepio del Borgo del Quadrel: un piccolo gioiello a Gavardo

Mostra fotografica Frida Kahlo – La Rivoluzionaria al Convitto delle Arti di Noto

I miei giorni di permanenza in Sicilia e più in particolare a Noto sono stati, con mio sommo dispiacere, alquanto piovosi. Tutti, dai commercianti agli albergatori, si lamentavano di quell’insolita…

I miei giorni di permanenza in Sicilia e più in particolare a Noto sono stati, con mio sommo dispiacere, alquanto piovosi. Tutti, dai commercianti agli albergatori, si lamentavano di quell’insolita settimana di brutto tempo ad agosto in Sicilia (l’avrò portata io con la mia solita fortuna!?). Sta di fatto che “grazie” al maltempo ho potuto visitare molte più cose che altrimenti sarebbero sicuramente state sacrificate in favore di tante giornate al mare.

Ed è proprio durante uno di questi strani diluvi universali che ho avuto modo di scoprire che a Noto, fino al 30 ottobre 2018, presso il Convitto delle Arti si tiene una mostra fotografica dedicata ad una delle mie artiste preferite: Frida Kahlo. Completamente fradicia, non ci ho pensato due volte ad entrare per ammirare le fotografie della famosa pittrice messicana. Lo scopo era quello di godersi la mostra e di scaldarsi un po’ nel frattempo, cosa che però, a causa dell’aria condizionata che non avevo calcolato, non è avvenuta. Anzi, all’uscita ero ancora zuppa e pure congelata.

Mostra Frida Khalo Noto

L’esposizione fotografica si compone di circa 80 scatti originali dei fotografi più famosi contemporanei a Frida Kahlo, tra cui Lola e Alvarez Bravo, Gisele Freund, Edward Weston, Imoghen Cunningham e tanti altri. Sono scatti che la ritraggono in momenti della vita quotidiana, insieme al marito Diego Rivera e ad altri familiari, ma anche mentre dipinge e duranti eventi pubblici.

Alla fine del percorso, troverete poi una piccola mostra di opere di artisti siciliani che si sono ispirati alla pittrice messicana. Sono, nella loro aderenza allo stile di Frida Khalo, molto diverse tra loro e alcune sono davvero interessanti. I colori e le forme particolari sono ovviamente i protagonisti e catturano immancabilmente lo sguardo.

Mostra Frida Khalo Noto

Compreso nel costo del biglietto, c’è anche un’esposizione dedicata a Picasso: si tratta principalmente delle incisioni sulla Tauromachia, della collezione di sculture sugli animali, il “Bestiario”, e una serie di piatti tondi ( i “Plats Espagnols”), ceramiche e mattonelle raffiguranti immagini della Corrida.

Nel complesso, devo dire che mi aspettavo un po’ di più. Avendo visitato la mostra essenzialmente per le opere dedicate a Frida Kahlo, l’ho trovata un po’ scarna e limitata. Le fotografie sono concentrate, infatti, in un’unica stanza e il resto della mostra è invece dedicata a Picasso e agli altri artisti siciliani ispirati a Frida. Ma, essendo lo spazio espositivo limitato, non si sarebbe potuto fare di meglio. Le fotografie sono comunque molto belle e valgono la visita. Magari prendetela, come ho fatto io,  come un piacevole diversivo e riparo ad una giornata di pioggia. Se, però, il vostro soggiorno a Noto è limitato mi sento di sconsigliarvela e di dedicarvi invece a scoprire tutte le bellezze che la città ha da offrire.

  • Indirizzo: Corso Vittorio Emanuele, 91 – 96017 Noto

  • Orari: fino al 31 ottobre 2018, dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 20:00; sabato e domenica dalle 10:00 alle 23:00 (ultimo ingresso: un’ora prima della chiusura).

  • Prezzi biglietto cumulativo tre mostre: 10€ intero; 7€ ridotto over 65 e gruppi di almeno 6 persone; 6€ ridotto per residenti, universitari e under 18.

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Nessun commento su Mostra fotografica Frida Kahlo – La Rivoluzionaria al Convitto delle Arti di Noto

Type on the field below and hit Enter/Return to search