fbpx

Checked-In Travel Blog

Checked-In Travel Blog

Racconti e pensieri di una girovaga sognatrice alla scoperta del mondo e di se stessa

Tag: Benessere

San Valentino: la classifica degli hotel più romantici d’Italia

L’Italia è uno dei paesi più romantici del mondo. Secondo la Travelers’ Choice di Tripadvisor sono ben 25 le strutture considerate tra i migliori hotel romantici del mondo. Io ve ne racconto 10, chissà che non possiate trovate la meta perfetta per la vostra fuga d’amore di San Valentino.

San Valentino ormai è alle porte e, non so voi, ma io tendo a dimenticarmi facilmente di questa ricorrenza. Sarà che guardo pochissimo la TV normale (Netflix ormai è una costante a casa mia) e quindi non vengo bersagliata dai tanti spot pubblicitari dedicati alla festa degli innamorati. Sta di fatto che quest’anno do il peggio di me in quanto a fidanzata perché il 14 febbraio ci saranno migliaia di chilometri e anche qualche oceano a separare me e la mia dolce metà. Ma del resto noi cerchiamo di festeggiarci ogni giorno dell’anno quindi troveremo sicuramente un modo per concederci un weekend romantico al mio ritorno.  A questo proposito, ho fatto un po’ di ricerche su mete e soggiorni romantici e mi sono imbattuta in una classifica davvero al bacio, ossia la classifica degli hotel più romantici d’Italia.

Secondo gli utenti di Tripadvisor, sono ben 25 gli hotel italiani entrati nella graduatoria degli alberghi più romantici del mondo.

Oggi voglio condividere con voi le 10 strutture che a me sono piaciute di più e che sceglierei per una fuga d’amore.  Magari recupero il 12 giugno, il Dia Dos Namorados in Brasile (non sarà forse un indizio sulla meta che ho scelto per il prossimo viaggio!?).

I 10 hotel più romantici d’Italia

1. Luxury DolceVita Resort Preidlhof – Naturno

Anche se non è tra le prime posizioni nella classifica di Tripadvisor, il Preidlhof Resort ha vinto sicuramente nella mia. Si trova a Naturno, in Trentino Alto Adige, e a me sembra proprio un hotel adatto per un weekend romantico. Le offerte per le coppie in cerca di coccole e relax sono davvero tantissime: cene a lume di candela, spa private, letti a baldacchino ed escursioni romantiche a bordo di Porsche Cabrio e Vespe magari fino al campanile sommerso nel lago di Resia. E poi, ragazzi, ogni camera è dotata di ben 12 cuscini diversi per garantire a tutti sogni d’oro (scusate, ho dovuto scriverlo perché io negli hotel lotto perennemente con i cuscini). Fosse per me, partirei subito.

hotel più romantici d'Italia

fonte: preidlhof.it

2. Lefay Resort & Spa – Lago di Garda

Al secondo posto della mia classifica rivisitata degli hotel più romantici d’Italia voglio mettere il Lefay Resort & Spa di Navazzo, sul mio tanto amato Lago di Garda. Chi mi conosce sa che amo i panorami e i paesi della sponda bresciana del Lago di Garda e da questo hotel si gode di una vista davvero mozzafiato. Io personalmente ci voglio andare da sempre: oltre ad avere una piscina panoramica incredibile e una spa di oltre 3800 mq, è un hotel estremamente attento al rispetto dell’ambiente. La struttura è infatti eco-sostenibile e completamente integrata nell’ambiente circostante delle limonaie del Garda, di cui qui trovate un itinerario che vi farà scoprire il tesoro giallo del Garda.

Per verificare la disponibilità cliccate qui.

Lefay Resort hotel romantici d'Italia Checked-In Travel Blog

fonte: lefayresorts.com

3. Hotel Villa Ducale – Taormina

Chi non vorrebbe svegliarsi e ammirare dalla finestra della propria camera una vista spettacolare sia sul mare che sull’Etna? Al boutique hotel Villa Ducale apprezzerete sia il panorama su Taormina che la tipica calda accoglienza siciliana. Ad attendervi troverete una piscina panoramica, un ristorante specializzato nelle delizie della tradizione siciliana e tanto relax e romanticismo. Non per niente chi ci è già stato l’ha definito come “il paradiso in terra“.

Per verificare la disponibilità cliccate qui.

hotel più romantici d'Italia

fonte:

4. Hotel Al Ponte Antico – Venezia

Parlando di mete romantiche non si può ovviamente tralasciare Venezia, una delle città più romantiche di tutto il mondo. Per la vostra fuga d’amore tenete in considerazione l’Hotel Al Ponte Antico: potrete arrivate all’hotel direttamente dall’acqua come nei film. C’è infatti un pontile privato da cui potrete partire per una romantica visita di Venezia a bordo di una gondola. Al vostro rientro invece potrete rilassarvi nelle suite dalle decorazioni tipiche veneziane ricavate all’interno di un palazzo del ‘500 e fare poi una passeggiata al chiaro di luna fino al vicino ponte di Rialto.  Mi raccomando non perdetevi la Libreria Acqua Alta, uno dei tesori più belli di Venezia.

Per verificare la disponibilità cliccate qui.

hotel romantici d'Italia

fonte: alponteantico.com

5. Aia Mattonata Relais – Siena

Ci spostiamo adesso in Toscana, altra terra romantica d’eccezione, e lo facciamo andando alle porte di Siena. Qui, immerso tra le colline senesi, troviamo il Relais di charme Aia Mattonata.  Nella classifica degli hotel più romantici d’Italia di Tripadvisor si è aggiudicato il 7° posto. E l’ha fatto meritatamente. Un vero paradiso per chi è in cerca di tranquillità e ama la natura. Tra i servizi offerti si contano: area wellness e massaggi, mountain bike per esplorare le zone circostanti, degustazioni in cantina, corsi di cucina e tanto altro. Sul sito c’è scritto che si arriva come clienti e si parte come amici. Io sono molto incuriosita.

Per verificare la disponibilità cliccate qui.

hotel romantici d'italia

fonte: Booking.com

6. Lifestyle Suites Rome – Roma

Ed eccoci arrivati alla città eterna, Roma. Il Lifestyle Suites Rome è la quintessenza del romanticismo: un palazzo nobile del 1440 a due passi dalla famosissima Piazza Navona vi accoglierà con camere moderne e dotate di ogni confort. Anche i nomi stessi delle stanze sono stuzzicanti: Tempesta, Cappuccino, Nuvola e Rubino solo per citarne alcuni. Il personale promette di prendersi cura degli ospiti in tutto e per tutto: dai massaggi di coppia in camera, al servizio di personal shopper e personal trainer, per non parlare della possibilità di visitare Roma a bordo di una limousine. Da provare.

Per verificare la disponibilità cliccate qui.

hotel romantici d'italia

fonte: lifestylesuitesrome.com

7. Miramonti Boutique Hotel – Avelengo

Sembra che l’Alto Adige sia una regione particolarmente ricca per quanto riguarda gli hotel romantici. Anche se dista solo 10km dal centro di Merano, il Miramonti Boutique hotel sembra lontano anni luce dal traffico e dalla vita di città. Totalmente immerso nella natura, cerca di offrire alle coppie in cerca di un weekend romantico tranquillità, tradizione e una bellezza semplice e lussuosa al tempo stesso. Tra le attività che mi ispirano di più ci sono sicuramente la Forest Therapy, una passeggiata  in un parco di 30 ettari di latifoglie e conifere, e la sauna del bosco nascosta proprio tra le fronde degli alberi per attimi di totale intimità.

Per verificare la disponibilità cliccate qui.

hotel romantici d'Italia

8. Caesar Augustus Hotel – Capri

“Come un nido d’aquila sulla roccia più alta”. E’ con queste parole che viene descritto il Caesar Augustus di Capri (anzi di Anacapri per essere esatti). E’ un 5 stelle veramente spettacolare, situato sulla sommità di una delle tante rocce della Costiera Amalfitana a ben 300 metri d’altezza sul mare. E’ di sicuro uno dei punti più panoramici di tutta l’isola. Il consiglio è quello di mettere in valigia scarpe comode per gustarsi appieno tutte le viuzze del centro storico di Anacapri, mentre si gustano dei buoni vini in compagnia dei pescatori del Faro di Punta Carena.

Per verificare la disponibilità cliccate qui.

hotel romantici d'Italia

fonte: caesaraugustus.com

9. Il Sogno di Giulietta – Verona

Il Relais de Charme Il Sogno di Giulietta non compare nell’elenco dei 25 hotel più romantici redatto da Tripadvisor ma secondo me è uno di quegli alberghi perfetti per una fuga d’amore. Del resto Verona è la città degli innamorati per eccellenza no? Le storie d’amore nate tra le sue vie sono davvero tante, basti pensare a Romeo e Giulietta. Oh Romeo, Romeo, perché sei tu Romeo? Vi piacerebbe che il vostro innamorato vi facesse una dedica d’amore mentre voi vi affacciate al balcone come Giulietta? Al Sogno di Giulietta questo desiderio potrebbe diventare realtà visto che la struttura si trova proprio all’interno della famosissima Casa di Giulietta. Avrete il balcone e il cortile a vostra completa disposizione e vi potrete scambiare dolci parole d’amore in tutta tranquillità senza le orde di turisti che ci sono di solito. E, mi raccomando, portate la vostra dolce metà al Pozzo dell’Amore.

Per verificare la disponibilità cliccate qui.

hotel più romantici d'Italia

fonte: Booking.com

10. Brisighella Green Wellness – Brisighella

L’ultima posizione la riservo ad una struttura che ho testato personalmente e che secondo me può rientrare a tutti gli effetti nella classifica degli hotel più romantici d’Italia anche se non è stata nominata nella Travellers’ Choice. Parlo del Brisighella Green Wellness, un b&b stupendo isolato tra le colline emiliane. La cornice è quella di Brisighella, uno dei borghi più belli d’Italia, e l’accoglienza è davvero speciale e soprattutto perfetta per una fuga romantica. Io me ne sono innamorata e ve ne avevo già parlato qualche tempo fa qui. Ve lo consiglio se siete in cerca di una meta alternativa senza però rinunciare a romantici idromassaggi e colazioni home-made. Ah e organizzano anche lezioni di meditazione buddista.

Per verificare la disponibilità cliccate qui.

hotel più romantici d'Italia

fonte: brisighellagreenwellness.com

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (4 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
2 commenti su San Valentino: la classifica degli hotel più romantici d’Italia

Cosa fare a Samnaun: la città duty free della Svizzera

Samnaun, ai confini tra Austria e Italia, è l’unica zona franca della Svizzera. Troverai piste da sci, sentieri e tanto shopping duty free.

La Svizzera si annovera solitamente tra le mete più costose. Un po’ perché con il cambio noi italiani ne usciamo sempre svantaggiati, un po’ perché, si sa, il tenore di vita svizzero è più alto e di conseguenza anche più caro per chi nello stato elvetico non ci vive. Dovete sapere, però, che è proprio in Svizzera che si trova una città duty free perfetta per tutti gli amanti dello shopping: Samnaun.

Nel Cantone dei Grigioni, proprio al confine tra Italia ed Austria, Samnaun è la meta ideale per chi è in cerca di relax, natura e prezzi vantaggiosi sugli acquisti. Io ci sono stata ieri e non posso che parlar bene di questa cittadina svizzera: è stata una piacevole scoperta che coniuga i bellissimi paesaggi svizzeri all’ottima ed educata ospitalità. Senza contare il fatto che, essendo l’unica zona franca della Svizzera, mi ha permesso di fare incetta di profumi a prezzi davvero interessanti. Ma potendo contare su più di 40 negozi duty free e altrettante strutture ricettive, non troverete solo profumi tra cui scegliere ma un’ampia offerta turistica di cui vi racconto un po’ oggi.

Cosa fare a Samnaun Svizzera in inverno

Samnaun: zona franca dal 1892

Situata in una valle al centro del triangolo formato da Austria, Svizzera e Italia, Samnaun è stata caratterizzata da sempre da una posizione unica ed isolata che le ha permesso di mantenere quasi inalterate le sue tradizioni di paese di montagna e di confine. Dediti prevalentemente all’agricoltura e all’allevamento, i contadini di Samnaun si trovarono improvvisamente in difficoltà quando, nel 1848, il sistema delle dogane svizzere fu centralizzato e fu istituito l’ufficio doganale di Samnaun-Compatsch. Prima di allora, infatti, l’economia del paese di basava molto sugli scambi commerciali con il vicino Tirolo – l’unico con cui aveva un collegamento diretto via terra. L’introduzione di un sistema doganale mise in crisi gli abitanti di Samnaun che si ritrovarono presto a dover fronteggiare i rincari delle merci in ingresso a causa dei dazi applicati. E si sa, quando la situazione diventa difficile, anche i più rigorosi come gli svizzeri trovano modi alternativi per sbarcare il lunario. Tra questi il contrabbando. Vedendo le difficoltà degli abitanti, il Consiglio federale decise di trasformare nel 1892 la valle di Samnaun in una zona extradoganale. Nonostante la costruzione della Samnaunerstrasse, la strada principale che la collega alle altre parti della Svizzera, Samnaun resta ancora oggi una meta esente da imposte e, nel corso degli anni, grazie alle sue bellezze paesaggistiche e a questo status economico speciale, è diventata sempre più una meta apprezzata sia per le vacanze estive che per quelle invernali.

Samnaun in inverno sulla neve

Samnaun: cosa fare tra negozi, ristoranti, sentieri da trekking e impianti sciistici

Grazie a più di 250 km di sentieri per escursioni a piedi e altri 80 km per gli appassionati di mountain bike, Samnaun è un’ottima scelta per chi cerca una meta estiva all’insegna dello sport all’aria aperta. Ci sono sentieri a tema, appositamente segnalati, in cui è possibile approfondire la conoscenza della regione attraverso attività e racconti interessanti e diversi dal solito.

Anche in inverno, le attività ricreative non mancano. Io personalmente l’ho adorata in questo periodo dell’anno: bianco a perdita d’occhio, profumo di vino caldo e mele speziate mentre si passeggia tra i negozi e le vicine piste da scii. Un’altra delle peculiarità che contraddistingue Samnaun è la sua teleferica a due piani: la prima telecabina del suo genere al mondo. Con i suoi 180 posti, consente in breve tempo di raggiungere i più di 200 km di piste da discesa, tra cui uno dei parchi di snowboard tra i più grandi d’Europa che vanta ben 1100 m di piste. Il suo nome è, non a caso, Boarders Paradise – il paradiso degli (snow)boarders.  Ma da ex fondista, faccio presente a tutti gli amanti di sci nordico, discese in slittino e passeggiate con le ciaspole che ci sono altri 40 km di piste dedicate a disposizione.

sciare a Samnaun in Svizzera

Dopo tutto questo sport, una bella tappa ristoro è quel che ci vuole e io mi sento di consigliarvi il Samnaunerhof, in cui per 20 € riuscirete a mangiare un menù tipico completo (un prezzo davvero ottimo se pensate che vi trovate in Svizzera).

E dopo un po’ di sano shopping nei tanti negozi a disposizione, cosa c’è di meglio di un po’ di relax in una delle tante spa? Se avessi avuto più tempo a disposizione, mi sarei volentieri fermata a provarne qualcuna: una su tutte il Chasa Montana che mi ha colpita sia per il suo nome particolare, sia perché è il centro wellness più alto della svizzera.

Cosa e quanto si può comprare a Samnaun: il regolamento doganale

Come detto, Samnaun è una zona franca in cui è possibile acquistare determinati prodotti a prezzi più bassi rispetto a quelli del mercato. Fra le merci più convenienti ci sono gli alcolici e le sigarette, i profumi e, soprattutto, il carburante. Se per quest’ultimo non ci sono limitazioni – ovvero, si può fare tranquillamente il pieno (volendo è possibile trasportare in apposito contenitore ulteriori 10 litri) – per gli altri articoli ci sono invece delle soglie da rispettare. Di seguito vi riporto i valori che ho preso direttamente dal sito ufficiale di Samnaun, ma se siete incerti o avete bisogno di ulteriori informazioni è bene contattare il centro informazioni di Samnaun al numero +43 (0) 512 505 568 940.

  • Tabacco (minimo 17 anni)

In totale a persona è consentito portare:

  • 200 sigarette oppure
  • 50 sigari oppure
  • 250 g di tabacco

 

  • Alcolici (minimo 17 anni)

In totale a persona è consentito portare:

Per gradazione alcolica per volume:

  • Fino al 22%: 2 litri
  • Oltre il 22%: 1 litro più
  • Vino (non frizzante): 4 litri
  • Birra: 16 litri

 

  • Altri prodotti

Le merci sono esenti da dazi fino ad un valore di 300 € a persona (175€ per i bambini sotto i 15 anni).

Come raggiungere Samnaun

Vi lascio la mappa per raggiungere facilmente Samnaun. Se vi trovate a Bolzano o a Merano vi basterà prendere la strada statale della Val Venosta fino al Passo Resia e da lì continuare e seguire le indicazioni fino al confine svizzero (la strada è davvero suggestiva). Una volta arrivati, vi basterà parcheggiare in uno dei tanti parcheggi gratuiti che si trovano proprio in centro e dedicarvi in tutta tranquillità alla visita del paese.

 

 

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
13 commenti su Cosa fare a Samnaun: la città duty free della Svizzera

Brisighella: Fuga Primaverile all’Insegna del Buon Cibo e del Romanticismo

Nonostante la pioggia che ancora non ci vuole lasciare, la primavera è alle porte e con lei anche la voglia di qualche gita fuori porta all’insegna del relax. Un posto…

Nonostante la pioggia che ancora non ci vuole lasciare, la primavera è alle porte e con lei anche la voglia di qualche gita fuori porta all’insegna del relax. Un posto perfetto dove poter svernare e apprezzare la natura nel suo momento più colorato è sicuramente Brisighella.

Considerato uno dei borghi più belli d’Italia, è di certo uno di quelli che più mi hanno colpita. Sembra infatti fermo nel tempo e riesce a regalare ancora scorci speciali dei paesini dell’Italia de ‘na olta come si dice dalle mie parti (“di una volta” per i non bresciani). Si trova tra le colline emiliane, in provincia di Ravenna da cui dista circa 40 km, ed è facilmente raggiungibile in auto o in moto. Mi sento di consigliare Brisighella per una gita romantica fuori porta perché, oltre al bellissimo paesaggio naturale, è perfetta per chiunque abbia voglia di concedersi una pausa dallo stress quotidiano e di mangiar bene.

 

Passeggiando per le stradine acciottolate del borgo vi saràinfatti difficile scegliere in quale osteria cenare. Noi, dopo lunghe riflessioni, abbiamo optato per il ristorante “La Grotta”, nel centro storico.Non so se ci ha attirati di più il fatto che si trova all’interno di una vera e propria grotta oppure il menù da immediata acquolina in bocca.

 

 

 

Di seguito vi sintetizzo cosa abbiamo visto e dove abbiamo soggiornato nel weekend che abbiamo trascorso qui e che, secondo me, merita una visita.

Il centro storico di Brisighella

Osterie a parte, il centro storico di Brisighella merita sicuramente una tappa. La cosa migliore da fare è perdersi per le viuzze costeggiate dagli edifici color pastello e andare alla scoperta degli angoli nascosti del borgo. Essendo piccolo e concentrato, si riesce tranquillamente a visitare a piedi in poco tempo. Da non perdere è la Via degli Asini, una strada sopraelevata e coperta, usata una volta dai birocciai che la usavano per trasportare il gesso delle cave con l’aiuto appunto degli asini.

Si possono inoltre trovare molte botteghe artigiane e negozietti che vendono le specialità del posto. Una su tutte: il Carciofo Moretto. Io vado letteralmente pazza per i carciofi e mi sono innamorata di questo in particolare. Va mangiato crudo e leggermente lessato, condito solo con sale o l’olio Brisighello anche questo da non farsi scappare (andrebbe aperta infatti una parentesi a parte per quest’olio, vincitore di numerosi premi e riconoscimenti ed esportato in tutto il mondo. E’ infatti un olio DOP, prodotto nei frantoi in loco specializzati utilizzando solo olive della varietà “Nostrana di Brisighella” in misura non inferiore al 90%. La sua particolarità è il suo sapore piccante e amarognolo che si sposa perfettamente con i carciofi). . Buonissimi anche in versione sottolio sulle bruschette della Bruschetteria Caffè Torre, dove ci siamo fermati per un veloce spuntino.  Se decidete di andare ai primi di maggio, non perdetevi  la “Sagra del Carciofo Moretto”. Noi torneremo di sicuro apposta per l’occasione.

 

La rocca

Raggiungibile con una piacevole camminata in salita attraverso il parco, la rocca sovrasta tutto il borgo. Da qui si ha una vista dall’alto su tutto il territorio circostante e sulla Torre dell’Orologio. Per chi ama fotografare come me è sicuramente un posto perfetto per qualche scatto. Molto caratteristica è anche la rocca in sé che, con il suo bastione, le feritoie e i camminamenti sulle mura, rimanda direttamente al Medioevo. Per visitare gli interni è necessario acquistare il biglietto, mentre gli esterni sono liberi.

 

 

La torre dell’Orologio

Credo sia l’elemento che più identifica Brisighella. Sorge su uno dei tre colli e, grazie alla sua posizione rialzata, è visibile da lontano. Nasce come fortilizio difensivo e oggi è un ottimo punto da cui osservare i calanchi: dei canali scavati dall’erosione atmosferica nel terreno argilloso che caratterizza il Parco Regionale della Vena del Gesso.

 

La Grotta Tanaccia  

 

Se siete in cerca di un’esperienza diversa e volete smaltire tutte le bontà mangiate a cena consiglio un’escursione alla Grotta Tanaccia. Un esperto speleologo vi accompagnerà infatti all’interno della grotta in un percorso di circa 500 m che si snoda tra rocce e ruscelli. Armati di scarponi, casco e tuta da speleologo ci siamo calati all’interno e, dopo pochi passi, ci siamo ritrovati a strisciare nel fango cercando di evitare le rocce. Il mio pensiero costante durante tutto il tragitto è stato: Oh mamma ma come si fa a passare da lì, è minuscolo”. Eppure sono riuscita ad arrivare incolume e totalmente imbrattata di fango nel cuore della caverna. Mi sono sentita un po’ come uno dei nani nelle miniere de “Il signore degli Anelli”, non so se avete presente. ☺☺☺

Le visite guidate si possono organizzare su prenotazione contattando il sig. Fabbri al numero 339-2407028. Nel prezzo del biglietto sono compresi anche il casco e la tuta da veri speleologi. Il mio consiglio è quello di vestirsi abbastanza leggeri in quanto all’interno della grotta la temperatura si mantiene costante durante l’anno e sicuramente suderete un sacco a camminare in quel percorso ad ostacoli. Ovviamente gli scarponi da trekking sono d’obbligo. Quindi se non temete il buio, gli spazi chiusi e i pipistrelli, puntate la sveglia presto e calatevi nel cuore della montagna. Vi sentirete sicuramente dei supereroi all’uscita.

 

Dove alloggiare

C’è veramente l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda gli alloggi. Io personalmente consiglio di soggiornare in uno dei tanti agriturismi, in cui si può godere appieno della natura delle colline emiliane.

Noi abbiamo scelto il Brisighella Green Wellness: una vera chicca in mezzo al nulla in cui si riesce veramente a staccare la spina. Ci aveva colpiti subito per la posizione in primis e perché, prenotando la suite, si ha l’accesso diretto e privato al centro benessere con vista sul bosco e all’idromassaggio esterno da cui ammirare le stelle.

E ci ha conquistati poi una volta arrivati per la pace e la cortesia della proprietaria che, a mia insaputa, ha aiutato Francesco ad organizzare una sorpresa facendomi trovare all’arrivo rose, spumante e una torta deliziosa.  Consigliato a tutti gli inguaribili romantici in cerca di un’idea originale per una fuga d’amore.

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
1 commento su Brisighella: Fuga Primaverile all’Insegna del Buon Cibo e del Romanticismo

Type on the field below and hit Enter/Return to search